Categories
Enciclopedia

Banche Centrali

Le Banche Centrali

Le banche centrali sono istituzioni statali che svolgono molte delle funzioni alla base della logica economica di uno o più Paesi. Ne sono un esempio la politica monetaria, la fornitura di servizi finanziari e la regolamentazione delle banche.

 

Gli obiettivi principali della banca centrale sono stabilizzare il valore della moneta, mantenere bassa la disoccupazione e prevenire fenomeni come l’inflazione. La banca centrale è costituita da un consiglio di amministrazione composto da banche associate, il cui presidente viene eletto per garantire che le azioni della banca siano in linea con gli obiettivi economici e politici a lungo termine.

 

Banche Centrali: cosa sono?

Le banche centrali sono istituzioni finanziarie centralizzate che svolgono un ruolo diverso dalle banche commerciali. Infatti, le banche centrali sono responsabili della definizione della politica monetaria nazionale (o continentale), dei tassi di interesse e dei tassi di inflazione.

 

Il ruolo della banca centrale è essenziale per stabilizzare i prezzi, massimizzare l’occupazione e sostenere la crescita economica del Paese. Le banche centrali sono più efficaci perché i loro obiettivi e le loro politiche devono essere chiari e indipendenti dall’influenza del governo.

 

Le banche centrali presentano alcune analogie in termini di obiettivi, ruoli e strutture, ma le funzioni delle banche centrali nelle diverse regioni sono diverse.

 

La Federal Reserve (FED)

La banca centrale degli Stati Uniti, il Federal Reserve System, è stata istituita nel 1913 ed è composta da enti pubblici e privati. La presenza di interessi pubblici e privati consente alla FED di operare su base super partes, a vantaggio anche dei cittadini.

 

Gli obiettivi principali della FED sono la stabilizzazione dei prezzi, il controllo dell’inflazione e l’aumento della disoccupazione. Questi obiettivi fanno parte del cosiddetto “doppio mandato”. Naturalmente, la FED svolge anche altri compiti e contribuisce alla crescita economica degli Stati Uniti.

 

Banca Centrale Europea (BCE)

La Banca Centrale Europea (BCE) è la banca centrale dell’Eurozona, l’insieme dei Paesi europei che utilizzano l’euro come unica valuta ufficiale. Anche in questo caso, la BCE è l’istituzione responsabile della politica monetaria e della stabilità dell’euro.

 

La struttura governativa della BCE è molto simile a quella della FRB. Infatti, le decisioni vengono prese a livello di Consiglio direttivo e dei governatori delle banche nazionali dell’area dell’euro.

 

Il Consiglio direttivo è quindi responsabile della valutazione della situazione economica e si riunisce ogni sei settimane per scegliere la politica giusta per l’intera area dell’euro. Ai fini della trasparenza, la BCE pubblica un resoconto delle discussioni di politica monetaria tenute dal Consiglio direttivo.

 

Bank of England

La Bank of England (BOE) è la banca centrale del Regno Unito e funge da istituto bancario ufficiale responsabile degli affari finanziari del Paese. È l’ottava banca più antica del mondo e si è sviluppata come istituzione pubblica indipendente.

 

Oltre a vigilare sulla salute economica del Paese, a emettere banconote e sterline, a intervenire nell’economia e ad attuare la politica monetaria del Regno Unito, i caveau della Banca d’Inghilterra custodiscono circa 400.000 lingotti d’oro, per un valore di oltre 200 miliardi di sterline.

 

Banca del Giappone

La Bank of Japan è la banca centrale del Giappone, che è stata istituita a partire dal 1882. I compiti principali della banca del Giappone sono: emettere banconote, raggiungere la stabilità dei prezzi, mantenere un sistema finanziario stabile attraverso la regolamentazione dei rapporti tra banche, società e istituzioni.

Come spesso accade, anche in questo caso, l’obiettivo principale della Bank of Japan è quello di garantire la stabilità dei prezzi evitando l’inflazione. Per questo motivo, l’ente manipola l’offerta di moneta nell’economia e influenza i tassi di interesse.

La banca modifica il volume di denaro nell’economia giapponese eseguendo operazioni sul mercato monetario (acquisto e vendita di titoli di stato giapponesi). Inoltre, monitora costantemente il sistema finanziario garantendo la liquidità necessaria nel caso in cui ci fosse bisogno.

 

Banca centrale europea (BCE)

Cos’è la BCE e dove ha sede?

La Banca centrale europea (BCE) è la principale autorità monetaria dell’Unione europea (UE). La BCE è stata istituita il 1° giugno 1998 come successore dell’Organizzazione monetaria europea, mentre la moneta unica ha fatto il suo debutto pochi mesi dopo.

 

La BCE assicura il corretto funzionamento dell’Unione economica e monetaria e svolge il ruolo di guida del Sistema europeo di banche centrali (SEBC).

 

Il suo obiettivo principale è mantenere la stabilità dei prezzi all’interno dell’UE; i compiti fondamentali della BCE sono l’attuazione della politica monetaria dell’UE, il cambio dell’euro con le valute nazionali e la detenzione e la gestione delle riserve valutarie ufficiali degli Stati membri.

 

La BCE e il Sistema Europeo delle Banche Centrali

Il SEBC comprende la BCE e le banche centrali nazionali degli Stati membri, che abbiano adottato o meno l’euro.

 

La BCE è composta da tre organi fondamentali: il Consiglio direttivo, il Comitato esecutivo e il Consiglio generale.

 

  • Il Consiglio direttivo comprende i membri del Comitato esecutivo e i governatori delle banche centrali nazionali degli Stati membri che hanno adottato l’euro. Il Consiglio direttivo è il principale organo decisionale della BCE ed è responsabile dell’approvazione degli indirizzi e delle decisioni necessarie per il raggiungimento degli obiettivi della BCE. Gli obiettivi principali del Consiglio direttivo sono la definizione della politica monetaria per l’euro e dei tassi di interesse ai quali le banche commerciali possono contrarre prestiti presso la banca centrale.
  • Il Comitato esecutivo, invece, comprende il Presidente e il Vicepresidente della BCE e altri quattro membri. I membri del Comitato esecutivo sono nominati direttamente dal Consiglio europeo. Il Comitato esecutivo attua la politica monetaria stabilita dal Consiglio direttivo, prepara le riunioni del Consiglio direttivo e si occupa delle attività quotidiane della BCE.
  • Il Consiglio generale comprende il Presidente e il Vicepresidente della BCE e i governatori delle banche centrali nazionali degli Stati membri dell’UE. Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea riunisce i governatori delle banche centrali degli Stati membri dell'”area dell’euro” e dei Paesi che non hanno adottato la moneta unica; i suoi compiti comprendono lo svolgimento delle funzioni consultive della BCE, la raccolta di informazioni statistiche e la preparazione dei rapporti della BCE.

 

Le funzioni della Banca Centrale Europea

La funzione principale della BCE, come quella delle altre banche centrali, è la gestione della liquidità. La vigilanza sulla base monetaria (moneta legale e altre attività finanziarie immediatamente convertibili in moneta legale) si basa essenzialmente sulla compravendita di titoli (le cosiddette operazioni di mercato aperto), sulla fissazione delle riserve minime che gli istituti di credito devono detenere presso le banche centrali nazionali, sulle operazioni di credito con gli istituti di credito e altri operatori di mercato e sui relativi tassi di transazione. Il tutto sulla base di quanto segue.

 

La BCE ha un capitale di circa 10.000 miliardi di euro ed è finanziata dalle banche centrali nazionali di tutti gli Stati membri dell’UE.

 

Capitale e Riserve della Banca Centrale Europea

La quota delle BCN nel capitale della BCE è calcolata secondo uno schema che riflette il peso della quota di ciascuno Stato membro sul totale della popolazione e del PIL dell’UE.

 

La BCE detiene riserve ufficiali per garantire una liquidità sufficiente a condurre operazioni di cambio in caso di necessità. Il bilancio della BCE è costituito dalla massa monetaria, dalle riserve detenute dalle BCN e da altre istituzioni finanziarie private e dalle richieste di capitale agli istituti di credito da parte dell’Eurosistema.

 

In conformità al principio della stabilità dei prezzi, l’obiettivo di politica monetaria della BCE è mantenere il livello di inflazione intorno al 2%. Tale livello è misurato dall’Indice Armonizzato dei Prezzi al Consumo (IAPC), la formula di inflazione utilizzata da tutti i Paesi dell’UE.

 

Se il livello di inflazione è fuori linea, la banca può intervenire nell’Eurosistema utilizzando i tassi di interesse, gli strumenti monetari permanenti, le operazioni di mercato aperto e la riserva obbligatoria.

 

Il Presidente della Banca Centrale Europea

Il presidente della BCE e gli altri membri del comitato esecutivo sono nominati dal consiglio direttivo con l’approvazione del Parlamento europeo. Ecco la lista dei presidenti della BCE:

  • Wim Duisenberg – 1998 – 2003
  • Jean-Claude Trichet – 2003 – 2011
  • Mario Draghi – 2011 – 2019
  • Christine Lagarde – 2019 – in carica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *